Menu Chiudi

Australia: più di 500 milioni di animali sono deceduti negli incendi boschivi

incendi-boschivi-australia

Uno studio dell’Università di Sydney stima che nel solo Nuovo Galles del Sud, il più colpito dagli incendi boschivi, 480 milioni di animali sono deceduti da settembre 2019. Questi calcoli non tengono conto degli insetti, pipistrelli e rane. Il numero di animali morti è sicuramente molto più alto.

Un ritorno alla normalità tra circa 40 anni

Dall’inizio di questi incendi devastanti di settembre 2019, sono morte almeno 20 persone e un’area equivalente ad un terzo dell’Italia è andata in fumo. Questi incendi boschivi sono stati anche mortali per la fauna selvatica. Secondo un recente studio, sono responsabili della scomparsa di milioni di animali in un singolo stato e ci vorranno decenni per recuperare la fauna selvatica. Immagini travolgenti di koala assetati o canguri completamente presi dal panico in mezzo alle fiamme, hanno girato il mondo.

Lo studio dell’Università di Sydney stima che nel solo Nuovo Galles del Sud, 480 milioni di animali siano stati uccisi da settembre 2019. Questi calcoli del tasso di mortalità sono molto ” prudenti ” hanno osservato il 3 gennaio 2020 in una dichiarazione gli autori di questo studio, ed i risultati potrebbero essere” significativamente più alti “. Per arrivare a questa cifra, i ricercatori hanno verificato le stime relative alla densità di popolazione di questi mammiferi in questo stato con l’area della vegetazione devastata dagli incendi. Questo numero comprende mammiferi, uccelli e rettili ma non insetti, pipistrelli e rane. Il numero di animali scomparsi “è probabile che sia molto più alto di 480 milioni “, secondo il comunicato. ” La fauna selvatica nel Nuovo Galles è sotto la crescente pressione di una serie di minacce, tra cui il disboscamento e il cambiamento climatico “.

Il professor Andrew Beattie della Macquarie University vicino a Sydney afferma che il numero di morti di animali a livello nazionale potrebbe incorrere in miliardi ” se si pensa a mammiferi, uccelli, rettili e anfibi e conti gli insetti più grandi come farfalle “. ” La flora e la fauna saranno scomparse, tra cui gli animali che formano la catena alimentare di quelli più vecchi “, afferma il professore di biologia.

Gli incendi boschivi hanno devastato le popolazioni di koala

Le popolazioni di koala sono state particolarmente colpite perché vivono sugli alberi. I koala si nutrono solo di determinati tipi di eucalipto e non possono sfuggire rapidamente alle fiamme. Anche prima di questi incendi boschivi, il numero di koala nel Nuovo Galles del Sud e nel Queensland era diminuito del 42% tra il 1990 e il 2010, secondo il comitato scientifico federale per le specie in pericolo. La difficile situazione di questi marsupiali è stata sollevata davanti al parlamento australiano. ” Gli incendi hanno bruciato così forte e così rapidamente che c’era una significativa mortalità di animali tra gli alberi, ma questa è l’area ancora in fiamme, è così vasta ora che probabilmente non troveremo mai i corpi“, hanno affermato i parlamentari Mark Graham, ecologo del Consiglio per la conservazione della natura.

fonte copertina: futura-sciences.com

Guarda anche...