Un uomo condannato a 10 anni di reclusione per aver torturato un cane a morte (Video)

giustizia-per-puppy-doe



Quest’uomo, Radoslaw Czerkawski, è stato finalmente processato per aver torturato a morte una cagna, di nome Puppy Doe. L’uomo è stato riconosciuto colpevole di abusi sugli animali…

Una vittoria per gli amanti degli animali

Kiya, un Pitbull femmina meglio conosciuta sui social come “Puppy Doe“, è stata sottoposta nel 2013 all’eutanasia a causa delle gravi ferite riportate. Cinque anni dopo, giustizia è stata fatta! Il suo aggressore, Radoslaw Czerkawski, di origine polacca, è stato condannato il 27 marzo scorso in Massachusetts. Dopo che la sua condanna fu letta, l’intera corte versò lacrime di gioia.

giustizia per puppy doe

Radoslaw è arrivato negli Stati Uniti nel 2008. Kiya era stata trovata nel 2013, abbandonata in un parco. Aveva un coltello conficcato nell’occhio, fratture multiple nel cranio e nella spina dorsale, e la lingua divisa in due parti.

Kiya ha catturato il cuore di migliaia di persone sui social, che hanno accettato di firmare una petizione che richiedeva la più severa delle punizioni!

giustizia per puppy doe1

Justice for “Puppy Doe”

Finalmente arriva la condanna

Cinque anni dopo, Radoslaw è stato finalmente condannato per 12 atti di crudeltà verso gli animali. Per lui, 8-10 anni di reclusione e due anni di libertà vigilata. Inoltre, a questo mostro è proibito di possedere qualsiasi animale. Appena sconterà la condanna, l’uomo verrà deportato di nuovo in Polonia.

Con la condanna di Radoslaw Czerkawski, è stato dimostrato che le persone che commettono crudeltà verso gli animali e, in questo caso, la crudeltà estrema, saranno pesantemente condannati.

La decisione finale è stata pubblicata su una pagina Facebook, chiamata “Justice for Puppy Doe“.

fonte

Condividete questo articolo se siete d’accordo con la decisione del tribunale!

Guardate anche: Ubriaco, taglia il muso di un cane col macete

Guarda anche…



Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*