Punture di zecche: come evitarle e come togliere una zecca?

come-togliere-zecche



Finalmente è arrivata la primavera, la stagione che tutti aspettiamo dopo un lungo e freddo inverno. Tuttavia, questa stagione ha anche degli aspetti negativi, come le punture delle zecche, che sono tra le più attive d’estate. La puntura di zecca, o altro, può veramente rovinare una giornata intera, o anche una settimana, se siete allergici per esempio!

Come evitare la puntura di zecca?

Ogni anno, incrociamo le dita per non essere punti da una di loro. Ma se dovesse succedere, è possibile agire in fretta, seguendo questi 5 consigli utili! Grazie a qualche goccio di oli essenziali, che troverete senza problemi in farmacia, potrete evitare questi nemici succhiatori di sangue. Potete anche vaporizzare un po’ di quest’olio sui vostri vestiti per proteggervi ancora di più!

Il vantaggio di tutto questo? Funziona sia contro le zecche che contro altri insetti volanti che pungono! Ecco i 5 oli essenziali che raccomandiamo:

  1. La lavanda, ha un odore molto dolce, che gli insetti detestano!
  2. La menta poleggio, è un tipo di menta spesso tossico per gli insetti.
  3. La citronella, è un olio essenziale che proviene dall’erba del limone tropicale. Può essere applicata direttamente sulla pelle ed è ottima contro le zecche.
  4. L’eucalipto, da utilizzare con un po’ di limone per allontanare gli insetti. I ricercatori hanno studiato la questione e quest’olio ridurrebbe apparentemente le punture, le infezioni e i suoi effetti.
  5. Il limone verde, un po’ d’olio di limone verde respinge le zecche e gli insetti. Può essere utilizzato alla volta direttamente sui vestiti e sulla pelle!

Come togliere le zecche?

 Ecco una guida tratta da Wikipedia che spiega come estrarre le zecche:

  • Non bruciare il parassita, non applicare alcuna sostanza, non rimuovere la zecca a mani nude. Così facendo si eviterà che la zecca rigurgiti, diminuendo notevolmente il rischio d’infezione.
  • Tramite una pinzetta, afferrare la zecca nel punto più vicino alla cute per evitare la rottura dell’apparato boccale. Non afferrare la zecca per il corpo per evitare il cosiddetto “effetto siringa” o di spezzare il parassita. In farmacia sono disponibili pinzette specifiche o penne con un laccio per agevolare la rimozione.
  • Estrarre il parassita afferrandolo il più possibile vicino alla superficie della pelle, e rimuoverlo tirando dolcemente cercando di imprimere un leggero movimento di rotazione.
  • Durante la rimozione bisogna prestare la massima attenzione a non schiacciare il corpo della zecca, per evitare il rigurgito che aumenterebbe la possibilità di trasmissione di agenti patogeni.

Zecche nel cane: un utente facebook lancia l’allerta

Un’immagine orribile della zampa di un cane è stata condivisa su Facebook, perché il cane in questione era gravemente infastidito da centinaia di zecche sotto le zampe. Ad oggi, la foto è stata condivisa da più di 16 000 utenti per avvertire tutti i proprietari di cani: Non dimenticate di verificare le zampe del vostro cane e proteggerlo dalle zecche!

Sorry to Ruin Lunch… Need to Check Paws for Ticks!!!

Publicada por Sportsmans Hub en Lunes, 11 de diciembre de 2017

Benché la maggior parte dei proprietari di cani siano già coscienti che queste piccole bestiole sono conosciute per pungere i cani e succhiare loro il sangue, bisogna che pensino anche che le zecche possono nascondersi sotto le zampe! E’ importante accorgersene in fretta per evitare gravi complicazioni, come per esempio la malattia di lyme, trasmessa dalle zecche.

Condividete queste informazioni con i vostri amici e familiari!

fonte: incroyable.co ;  copertina:blogunisalute.it

Guarda anche…



Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*