Menu Chiudi

San Bernardo: origini, carattere, salute, cuccioli e allevamento

san bernardo caratteristiche

Il San Bernardo è un enorme cane da montagna che si distingue per la sua statura impressionante ma anche per la sua grande intelligenza. L’istinto di salvataggio è molto sviluppato in lui (è conosciuto proprio per questo), come quello del territorio tra l’altro.

 

Origini del San Bernardo

Il San Bernardo, i cui antenati sono dei molossi asiatici come il mastino tibetano, proviene dalle montagne svizzere, e più precisamente dal Passo del Gran San Bernardo, da cui il suo nome. Lo Spaniel alpino è considerato l’antenato del San Bernardo così come lo conosciamo oggi. Quest’ultimo fu allevato dai monaci come cane da difesa, ma anche per le sue qualità di salvatore di viaggiatori persi nella neve o sotto le valanghe. La razza è stata ufficialmente riconosciuta in Svizzera nel 2003.

 

San Bernardo: cuccioli e allevamento

Il San Bernardo non presenta alcuna difficoltà per quanto riguarda la sua educazione. Quest’ultima procederà bene a condizione di iniziare dai primi mesi di vita. Dalla statura imponente e dal suo lato “testardo”, questo cane deve ricevere un’educazione rigorosa e ferma, ovviamente senza usare la forza. Altrimenti, il suo senso molto pronunciato del territorio e la sua stazza potrebbero diventare difficili da gestire in età adulta.

 

Alimentazione

La crescita del San Bernardo è piuttosto veloce. L’ alimentazione deve essere perfettamente bilanciata e adattata alle esigenze del cucciolo. I bisogni alimentari del San Bernardo possono essere inferiori rispetto a quelle di altre razze di cani con lo stesso peso perché il suo temperamento è più calmo e richiede meno attività fisica.

 

san-bernardo-cane

 

Carnivoro, il suo cibo deve essere composto dal 50 al 75% di carne. E per la sua forte crescita, il San Bernardo deve avere un’alimentazione molto equilibrata. Come tutti i cani di grande taglia, la sua razione quotidiana deve essere divisa in due pasti. Oltre a questo, il cane rischia di andare in sovrappeso. Il San Bernardo è soggetto alla “torsione dello stomaco”: è quindi importante lasciarlo riposare per due ore dopo il pasto e dargli solo cibo facilmente digeribile.

 

Carattere del San Bernardo

Il San Bernardo è un cane dolce, calmo e affettuoso. Il suo lato amichevole e tollerante lo rende un compagno eccezionale per i bambini. Protettore del suo territorio e fedele a chi ama, il San Bernardo è un ottimo cane da guardia.  L’istinto di salvataggio è molto sviluppato in lui, e non esiterà a soccorrere il suo padrone o uno sconosciuto.

Il San Bernardo è un cane socievole che ha bisogno di molta attenzione e compagnia. Se è solo, potrebbe diventare depresso e distruttivo. Generalmente, è a suo agio con tutti, ma poiché raggiunge una dimensione molto grande in età adulta, è importante occuparsi di lui già da cucciolo. Sono richiesti socializzazione e educazione precoce. Desideroso di piacere e intelligente, è facile da addestrare. Tuttavia, il San Bernardo può essere testardo a volte; obbedirà se lo desidera.

Sebbene all’interno sia calmo, questo colosso richiede molto spazio per non distruggere tutto accidentalmente. Ha bisogno di esercitarsi ogni giorno (che lo voglia o no) per mantenersi in forma. Tuttavia, l’attività fisica dovrebbe essere moderata nel cucciolo in crescita. Ama scatenarsi sulla neve e fare piccoli compiti per gli umani, tirando un carrello o trasportando uno zaino per esempio.

 

Aspetto

I San Bernardo sono cani di grande taglia, dall’aspetto poderoso, vigoroso e dotati di una muscolatura eccezionale e ben sviluppata in ogni parte del corpo. Nei maschi, l’altezza al garrese va da 70 a 90 cm; per le femmine invece si va dai 65 agli 80 cm. Esistono due varietà, a pelo corto e a pelo lungo, morfologicamente identiche. Il peso oscilla dai 60 ai 100 chili a seconda del sesso.

 

san-bernardo2
toppercan.es

 

I colori ammessi per il mantello del cane San Bernardo sono il bianco e rosso o viceversa. Secondo lo standard della razza negli esemplari di questa specie, devono essere obbligatoriamente bianchi: il petto, i piedi, la punta della coda, la canna nasale, la banda frontale e la chiazza alla nuca. Il mantello non deve mai essere monocolore o privo di bianco.

 

San bernardo: salute e malattie

Il San Bernardo è abbastanza resistente, ma i suoi occhi devono essere spesso sorvegliati a causa dei rischi di lacrimazione eccessiva, di entropion (rotazione verso l’interno della palpebra) e di ectropion (processo inverso).

Bisogna anche tenere d’occhio la salute ossea del cane per la sua crescita forte e rapida. Displasia dell’anca e del gomito sono possibili, come in tutti i cani di grande taglia. Il San Bernardo è anche soggetto al osteosarcoma (tumore delle ossa) o alle crisi epilettiche. Conviene dunque offrirgli un’alimentazione equilibrata e fargli fare tanto esercizio.

 

Prezzo del San Bernardo

Il prezzo di un cucciolo di San Bernardo può variare dagli 800 ai 1200 euro. Il budget per la sua alimentazione si avvera essere più pesante rispetto ad un cane di taglia piccola o media. Sapendo che questa razza necessita di un’alimentazione più copiosa rispetto ad altri animali, bisogna prevedere un budget annuo di circa 1200/1300 euro per il suo cibo.

fonte: canalvie.com

Guarda anche...